Marcianise. L’ospedale Civile di Marcianise da oggi si chiama ospedale Anastasia Guerriero. Si è concluso l’iter per l’intitolazione del nosocomio alla scienziata di fama mondiale, morta prematuramente, marcianisana di grande valore. “La notizia mi regala una grande gioia e mi dà una grande emozione: sono commosso. Un iter complesso, interminabile; all’inizio – dice il sindaco Antonello Velardi attraverso un post pubblicato sulla sua pagina fb – ci avevano detto che era un’operazione praticamente impossibile: no, è stato tutto molto difficile ma è stato possibile, ce l’abbiamo fatta. La dottoressa Guerriero è tuttora amata, ricordata, celebrata non solo dai marcianisani per quello che ha fatto in vita: sempre dalla parte dei più deboli, sempre in prima linea, sempre con il sorriso sulle labbra. Un grande medico, una grande pediatra, uno straordinario esempio per tutti di tenacia, di dedizione, di professionalità. Da Marcianise ha scalato il mondo, fino a conquistare gli Stati Uniti. Dovrei ringraziare molte persone per il ruolo che hanno avuto in questa vicenda, per come si sono interessati ed attivati. A Napoli, a Roma, a Caserta, a Marcianise. Ringrazio per tutti il professore Pier Luigi Petrillo, docente alla Luiss, capo ufficio legislativo della Regione Campania: lui, che è romano, ha seguito questa vicenda con tanto amore, più di un marcianisano vero. Gli sono particolarmente grato. Ci organizzeremo presto per la cerimonia, con il lustro che merita. Nel frattempo saluto con particolare commozione i familiari della dottoressa Guerriero, lei e loro esponenti di quella Marcianise “colta e perbene” così cara al professore Salvatore Delli Paoli. E così cara a tutti noi“.