Caserta. Finalmente a seguito della tenacia azione del Sindacato Azzurro con in prima linea sempre l’instancabile segretario regionale Enzo Guidotti si è riusciti a far riaprire a Roma, presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri la delicata vertenza dei 3000 lavoratori dei consorzi rifiuti della Campania. E’ notizia di questi giorni che in via ufficiale il governo ha inteso riaprire un tavolo di concertazione al fine di ricercare le opportune soluzioni da attuare per porre fine ad una vergognosa e assurda vicenda che da oltre 20 anni vede coinvolti circa 3000 lavoratori. In merito Walter Celestino segretario provinciale di Caserta ha dichiarato “che il lavoro sindacale svolto fino ad oggi è buono e che si sarà collaborativi con il governo e la Regione Campania portando al tavolo del prossimo incontro un piano risolutivo basato su un programma allargato a 360 gradi dalla fattibilità di prepensionamento per chi ha raggiunto i limiti di età e a soluzioni concrete lavorative che possano porre fine alle sofferenze dei lavoratori. Bisogna porre fine a questa pagina del diritto al lavoro, indubbiamente brutta, vergognosa e forse unica in Italia. Se per il futuro si sono aperte speranze certo non va meglio sul fronte lavorativo attuale dove i lavoratori impegnati in assurdi corsi di formazione e progetti informativi non ricevono lo stipendio da oltre due anni esponendo così di fatto le proprie famiglie a forti crisi economiche. Infatti nonostante l’impegno e la professionalità dimostrate dagli stessi, e nonostante l’impegno del commissario liquidatore del Cub dottor Ventriglia a cui va la nostra gratitudine non risultano ancora ad oggi accreditati i fondi economici per le spettanze prestate. In merito – ha continuato Celestino – abbiamo posto in essere uno stato di agitazione di tutto il comparto regionale con sospensione di tutte le attività chiedendo nel contempo al liquidatore Cub di attivare le procedere di raffreddamento di legge del conflitto. Convocato intanto per tali motivi anche una riunione presso la Regione Campania per il prossimo 24 alle ore 10″.
In merito Ettore Casinelli segretario provinciale di Salerno ha esordito dicendo “di essere soddisfatto di quanto raggiunto e ottenuto fino ad oggi. La parola fine a questa vertenza risulta essere sempre più vicina e si intravede la luce in fondo al tunnel. Ovvio noi non ci fermeremo, vigileremo sugli sviluppi futuri affinché nessun posto di lavoro vada perduto”.