Velardi ha le ore contate, presentata la mozione di sfiducia. Ecco chi ha firmato. IL DOCUMENTO

Velardi ha le ore contate, presentata la mozione di sfiducia. Ecco chi ha firmato. IL DOCUMENTO


MARCIANISE – E’ finita l’era Velardi. Questo pomeriggio, infatti, gli oppositori del giornalista hanno protocollato la mozione di sfiducia che è stata sottoscritta da ben tredici consiglieri (più della metà del consiglio che è di 24) a cui si deve aggiungere la 14esima di Antimo Zarrillo che non ha firmato solo perché, per impegni di lavoro, si trova a Como, ma ha confermato pubblicamente di sostenere, così come fatto sin dall’insediamento, la linea dura contro Velardi.

I tredici firmatari della mozione sono Tommaso Acconcia, Luciano Buonomo, Telia Frattolillo, Vincenzo Galantuomo, Gennaro Laurenza, Giovanni Battista Vallosco, Dario Abbate, Domenico Amarando, Giuseppe Moretta, Giuseppe Bucci, Pasquale Guerriero, Pasquale Salzillo, Paola Foglia.
Se, così come sembra, la maggioranza non ha più i numeri per andare avanti, è altrettanto vero che la fine dell’esecutivo Velardi non sarà immediata.
Regolamento alla mano, il presidente del consiglio Antimo Rondello può calendarizzare il consiglio sulla sfiducia tra il 6 ottobre e il 25 ottobre, cioè tra il decimo e il trentesimo giorno dal deposito della mozione.

Cosa farà?
Difficile dirlo, certamente, se fine sarà, toccherà a lui scegliere la data dell’ultimo atto dell’amministrazione Velardi.
Nonostante ci siano i numeri, è ferma intenzione dei 14 sfiduciare il sindaco in consiglio.

«La nostra è una sfiducia politica – ha chiarito Dario Abbate – ed è quindi giusto che venga discussa nella sede politica.
Abbiamo una mozione articolata che spiega perché Velardi ha fallito clamorosamente nel suo compito da sindaco.
E’ giusto che ciascuno di noi possa esprimerlo in consiglio, così come è altrettanto giusto che la controparte abbia la possibilità di difendersi davanti alla città che riteniamo parteciperà numerosa al consiglio».

La sfiducia si discuterà dopo le elezioni provinciali e, quindi, i voti dei venticinque saranno validi e utili ad eleggere il nuovo consiglio.

Documento di sfiducia
marci


Related posts