Velardi a casa di Giuseppe Moriello: “Non lo lasceremo solo, vinceremo”

Velardi a casa di Giuseppe Moriello: “Non lo lasceremo solo, vinceremo”

Marcianise. Il sindaco Antonello Velardi e il vicesindaco Angela Letizia questa mattina hanno fatto visita a Giuseppe Moriello, il giovane marcianisano che da qualche mese sta combattendo una dura battaglia contro un male incurabile. “Sono andato a salutare Giuseppe Moriello, giovane mio concittadino, impegnato in una straordinaria battaglia per la vita. Sono andato con la mia vice Angela Letizia che sta coordinando per il Comune le iniziative promosse dagli amici e dai familiari di Giuseppe, con il coinvolgimento di tutte le associazioni cittadine e di una fetta consistente di Marcianise: l’obiettivo è aiutare Giuseppe ed accompagnarlo nel difficilissimo percorso di cure verso la guarigione. Mano nella mano con Giuseppe, questo è lo slogan pensato per l’occasione ed è uno slogan che dice tutto. Giuseppe ha anticipato i tempi: domattina parte per gli Stati Uniti. 14 ore di volo per agguantare la vita e scacciare la morte. In questa lunga traversata avrà al suo fianco una città intera e non solo. Ho voluto salutarlo a poche ore dalla partenza e abbracciarlo a nome di tutta Marcianise. Era provato ma sereno, fiducioso, speranzoso che negli Stati Uniti troverà le forze e la vita. Aveva attorno gli amici che non lo lasciano mai solo, mai, e che con una straordinaria generosità hanno organizzato la catena umana a suo sostegno. Amici preziosi, giovani di valore, cittadini esemplari: la meglio gioventù di Marcianise. Seguiremo Giuseppe lì negli Stati Uniti, passo passo. Non lo lasceremo solo. E lui non lascerà soli noi: ogni azione che faremo (e che abbiamo fatto) a Marcianise a favore della salute e dell’ambiente sarà dedicata a lui. Penseremo alla sua disperata battaglia ogni volta che noi ci sentiremo disperati nella lotta per far crescere una Marcianise senza più vittime del cancro. Ne trarremo forza, sentiremo lui vicino e penseremo di essere invincibili come lui. Gli daremo la mano, ci daremo la mano. E vinceremo”.

Related posts