Caserta. “E’ un nuovo anno all’insegna della crescita, quello che inizia per il Consorzio Unicocampania”, come scritto in una nota del Consorzio. “Sei le nuove Aziende che hanno deciso di entrare a far parte della compagine consortile a partire dal 1 gennaio 2018. Autolinee Curcio, Autolinee Eredi Arturo Lamanna, Ettore Curcio & figli e Francesco & Giuseppe Mansi Snc vanno ad aggiungersi a Trotta Bus Services e DAV che aderivano all’integrazione tariffaria gia’ dal 2015 tramite convenzione e che, da ora, entrano a far parte a tutti gli effetti del Consorzio. Quattro delle Aziende che entrano nella compagine Unicocampania (Autolinee Curcio, Autolinee Eredi Arturo Lamanna, Ettore Curcio & figli e Francesco & Giuseppe Mansi Snc) – si riferisce – gestiscono i servizi di trasporto nel Vallo di Diano, una vasta area nel sud della Regione che comprende, tra gli altri, i Comuni di Padula, Teggiano, Sala Consilina e Polla. Trotta Bus Services e DAV operano, invece, rispettivamente, nel Comune di Benevento e nella Provincia diCaserta”. “Cosa cambia, con l’ ingresso di queste Aziende nel Consorzio, per l’utenza? I viaggiatori avranno la possibilita’ di acquistare ed utilizzare il biglietto/abbonamento integrato TIC anche sui mezzi di trasporto delle Ditte elencate. Un vantaggio enorme, soprattutto per chi deve effettuare piu’ spostamenti utilizzando vettori di societa’ di trasporto diverse. Se, infatti, il titolo aziendale ha una tariffa piu’ vantaggiosa – sottolinea una nota – per gli utenti che hanno necessita’ di effettuare almeno due o piu’ spostamenti e’ il titolo integrato a rappresentare il vero risparmio. Tant’e’ che il Tic ha mantenuto, nonostante il reinserimento dei titoli aziendali, la sua valenza e il pieno gradimento da parte dell’utenza. Insomma, l’integrazione tariffaria in Campania non e’ mai stata cosi’ estesa, in piena linea con i progetti di sviluppo del Trasporto Pubblico Locale che la Regione Campania sta portando avanti e si prepara a scrivere un nuovo, importante capitolo della sua storia”.