Ucciso dai Casalesi. Giornata antiracket nel ricordo di Domenico Noviello

Castel Volturno. A 10 anni dal brutale omicidio di Domenico Noviello la FAI ha voluto ricordare la figura dell’imprenditore di Castel Volturno ammazzato dalla camorra il 16 maggio 2008 e sottolineare l’impegno del movimento antiracketsul territorio casertano.

Questa mattina, alle ore 10, a Castel Volturno, nella piazzetta Domenico Noviello, a Baia Verde, si è svolta la commemorazione nel luogo in cui fu ucciso l’imprenditore coraggioso;  presenti i famigliari tra cui il figlio, Massimiliano Noviello, nominato, negli ultimi giorni, presidente onorario della FAI Antiracket Coordinamento Campania.

A seguire, presso la sede della FAI Antiracket Castel Volturno, in via Ostia 7, a Selva del Falco, si è tenuto un dibattito alla presenza, tra gli altri, del Procuratore Nazionale Antimafia Federico Cafiero de Raho. Alla tavola rotonda hanno partecipato: Raffaele Ruberto, prefetto di Caserta; Vincenzo Panico, commissario per il coordinamento delle iniziative per le vittime dei reati di tipo mafioso; Domenico Cuttaia, commissario straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket e antiusura.

L’iniziativa si è svolta in collaborazione con la Camera di Commercio di Caserta, il comitato don Peppe Diana, il coordinamento provinciale di Libera Caserta.

Related posts