Caserta (Oreste Cresci). Nel Teatro della parrocchia Maria SS del Carmine e S. Giovanni Bosco, Parco degli aranci di Caserta, gremito di giovani per l’occasione, il Vescovo di Caserta Mons. Giovanni D’Alise ha incontrato i futuri cresimandi del catecumenato crismale. L’incontrodenominato “A TUxTU CON IL VESCOVO” fortemente voluto dalla guida pastorale della Diocesi, è stato promosso da Don Gennaro D’Antò in qualità di direttore della Pastorale Giovanile.Il tema del dibattito è stato “Cosa cerchi?”, i presenti sono stati chiamati dunque a ricercare nel loro profondo la risposta, esaminando il cammino di fede percorso nei mesi precedenti.Ad animare la discussione sono stati 9 ragazzi, in rappresentanza  di tutti i presenti , provenienti dalle varie fornaie della Diocesi di Caserta, che hanno posto al Vescovo varie domande sulle barriere che la vita pone ad ognuno, sui momenti di difficoltà e sofferenza a cui l vita ci sottopone e  sul percorso di Fede che si conclude con il Sacramento della Cresima. Immancabile è stata la domanda sul rapporto fra giovani e Fede: Cosa significa per Lei il “seguimi” che Gesù rivolge nella lettura a coloro che incontra nel suo viaggio verso Gerusalemme, e con loro a tutti noi? E come ha affrontato le paure che comportava il dedicare la propria vita a Dio? Infine cosa si sente di dire ad ognuno di noi, per incoraggiarci a non avere timore o riserve a riguardo?

Voglio dirti una cosa. Noi abbiamo veramente tutti, paura di far entrare Dio nella nostra vita. Siamo gelosi, ma di che cosa? Non chiudete le porte, anzi spalancatele. Tutti possono deludervi, Gesù cristo no, spalancate il cuore a lui. Gesù Cristo non ti spinge verso un autodistruzione che noi stessi causiamo perché teniamo dentro di noi i nostri peccati, credendo di poterci salvare da soli. Nessuno di noi si può salvare da solo, chieda o aiuto a Dio te diamogli la mano. Si vive una volta sola e non sappiamo se i nostri progetti si realizzeranno. Ho visto tanti giovani che non erano capaci di chiedere perdono e misericordia nei confronti dei genitori, ma leggendo la Parola del Vangelo sono cambiati radicalmente. Non avere paura se ti toglie delle frasche inutili, lo fa per farti fiorire meglio. Non avere paura, confida in Lui”.