CronacaMondragone

TUTTI I NOMI. MONDRAGONE. Droga targata La Torre, chiuse le indagini per Francesco Tiberio & Company


MONDRAGONE – Dopo tanta attesa la Dda ha chiuso le indagini preliminari sulla vicenda relativa allo spaccio a Mondragone, organizzato, secondo l’accusa, tra gli altri, da Francesco Tiberio La Torre, figlio del boss Augusto. Ora gli indagati, entro venti giorni, potranno presentare documenti e memorie o chiedere anche di essere sottoposti ad interrogatorio. Poi il pubblico ministero potrebbe chiederne il rinvio a giudizio. L’ipotesi accusatoria Dda verteva su un’organizzazione con a capo Francesco Tiberio La Torre e i due De Crescenzo, Salvatore e Michele. Gli arresti, eseguiti il 30 ottobre scorso, scaturirono da un’attività investigativa condotta da settembre 2015 a maggio 2016. Sul litorale domizio e in particolare a Mondragone, l’organizzazione smistava consistenti quantitativi di stupefacenti tipo crack, cocaina e hashish, approvvigionandosi nell’area napoletana.

Ecco l’elenco degli indagati:
1. LA TORRE Francesco Tiberio, 31 anni;
2. DE CRESCENZO Salvatore, 41 anni;
3. DEGLI SCHIAVI Michele, 30 anni;
4. DE CRESCENZO Vincenzo, 62 anni;
5. BALESTRIERI Francesco, 41 anni;
6. LOKA Frederik, nato a Dieber (Albania) 38 anni;
7. ARUTA Nicola, 45 anni;
8. RINALDI Giuseppe, 30 anni;
9. MEANDRO Luigi, 29 anni;
10. GALLUCCIO Giuseppe, 26 anni;
11. PAGLIARO Carlo, 35 anni;
12. CARDILLO Costantino,34 anni;
13. CIPRIANI Alessio, 23 anni;
14. PAGLIUCA Angelo, 48 anni (Arresti Domiciliari).

Related Articles

Back to top button
Close