Tre morti nell’incidente, infermiere e autista del 118 di Mondragone aggrediti dai familiari

Tre morti nell’incidente, infermiere e autista del 118 di Mondragone aggrediti dai familiari


CASTEL VOLTURNO/MONDRAGONE – E’ successo un vero e proprio inferno questa mattina a Castel Volturno poco dopo l’incidente che ha poi registrato tre morti. I sanitari dell’ambulanza del 118 sono arrivati sul posto, e di preciso lungo via Consortile, attivati dall’unità centrale del 118 per una sola persona, con un codice minore, invece si sono trovati difronte ad un vero e proprio inferno accerchiati da una comunità di extracomunitari con due morti a terra, uno in fin di vita ed uno trasportato alla clinica “Pineta grande”. L’infermiera Lucia Treglia è rimasta a rianimare l’altro – unico da poter salvare – che poi è deceduto durante la rianimazione cardiopolmonare. Nonostante ciò è stata aggredita da un familiare; l’autista, invece, Vladimiro Menale durante la corsa ha subito una sospetta frattura lombare. I due sono dovuti ricorrere alle cure mediche. Nel particolare, l’infermiera ha subito un trauma toracico con ecchimosi da aggressioni. I due sanitari sono al momento al pronto soccorso della clinica Pineta Grande.


Related posts