Tratto San Marco-Maddaloni pieno zeppo di buche, entro settembre la messa in sicurezza

Tratto San Marco-Maddaloni pieno zeppo di buche, entro settembre la messa in sicurezza
image_pdfimage_print

MADDALONI/SAN MARCO EVANGELISTA (Nello Ferraro) – Il tratto di strada che va da via Cornato di Maddaloni fino al primo tratto di via 8 Marzo di San Marco Evangelista, sembra essersi fermato agli anni della seconda guerra mondiale. Basta un solo giorno di pioggia per far riemergere crateri nascosti dai soliti e inefficaci “rappezzi”, oltre ai cronici avvallamenti che fanno sembrare gli automobilisti tanti fans di FRANKIE HI-NRG mentre ascoltano “Quelli che benpensano”, nonostante abbiano la radio spenta (mentre non pensano proprio bene…). Praticamente parliamo di un campo da golf con la differenza che intorno ai buchi, al posto del perfetto prato verde e di Tiger Woods, ci sono buste di immondizia lasciate dai soliti incivili esperti del “lancio dal finestrino”. Per quanto riguarda il breve di tratto di competenza sammarchese, l’assessore ai lavori pubblici Giovanni Vagliviello ci fa sapere che entro settembre il problema sarà risolto con i fondi relativi alla messa in sicurezza stradale, mentre sul fronte maddalonese bisogna attendere l’approvazione del bilancio di previsione, propedeutica al rifacimento del manto stradale già nell’agenda del governo locale, così come confermato sia dal consigliere di maggioranza Nunzio Sferragatta che dal vice sindaco Gigi Bove. In attesa di sviluppi i cittadini possono solo andare adagio, casomai ascoltando Battisti e cantando “Si, viaggiare…evitando le buche più dure!”.

Related posts