TERREMOTO RIFIUTI A CASERTA. Dai flop, all’inchiesta. E’ l’ora di un posto al sole per…

TERREMOTO RIFIUTI A CASERTA. Dai flop, all’inchiesta. E’ l’ora di un posto al sole per…

 

 

Nelle foto, Carlo Marino, Carlo Savoia, Antonio Mirra

CASERTA – Aveva tentato di ottenere un posto al sole nell’Ato Rifiuti di Caserta, ma l’ambito progetto poi non si è concretizzato, in quanto il curriculum non venne nemmeno preso in conto e alla fine ad aggiudicarsi l’incarico fu Sorà, ex dirifente del Comune di Santa Maria Capua Vetere. Stiamo scrivendo di Carlo Savoia, fratello dell’ex sindaco di Sant’Arpino e amministratore della Xeno Srl, finito nel mirino dell’organo inquirente della Dda di Napoli.
L’Ato avrebbe dovuto rendere concreto il piano industriale dei rifiuti arrivando a realizzare degli impianti per il trattamento della raccolta differenziata. E’ una vicenda intricata nella quale è conivolto anche Carlo Marino, fascia tricolore pro tempore e che ora è dischiusa da una competizione politica per occupare i posti vacanti. In corsa in qusto ambito anche il sindaco Antonio Mirra.


Related posts