CASERTA (red. cro.) – Sono gli esponenti del Movimento 5 Stelle a sottolineare l’anomala scelta del Governo di destinare il viceprefetto Michele Campanaro al vertice della Prefettura di Ferrara. Campanaro era stato nominato, solo nel febbraio scorso, alla guida del commissariato di governo per la Terra dei Fuochi, organismo straordinario col compito di guidare la delicata fase di bonifica del territorio campano avvelenato nei decenni scorsi. Per i grillini, numerosi i parlamentari che si sono espressi in queste ore, il trasferimento è l’ennesima dimostrazione della scarsa attenzione del governo nei confronti del territorio casertano e napoletano da bonificare. Michele Campanaro, il commissario per il contrasto dei roghi tossici, viene trasferito ad altro ruolo, dopo solo pochi mesi dal suo insediamento – scrive sui social il consigliere regionale Massimo Viglione – È un fatto gravissimo che dimostra il disinteresse del governo, che con questa scelta dà l’ennesimo colpo di grazia alla già debole tutela dell’ambiente e della salute nella Terra dei Fuochi. La domanda che ci poniamo adesso è il perché e pretendiamo di avere una risposta. Perché un Prefetto viene trasferito a pochi mesi dal suo insediamento? Perché non si vuol dare continuità ad un percorso seppur complicato e difficile? Siamo i primi a non essere soddisfatti delle debolissime strategie messe in campo nel contrasto ai roghi, ma questa decisione ci appare come l’ennesimo schiaffo a questa terra. In questa settimana depositeremo un’interrogazione parlamentare e in Regione chiediamo che la commissione “Terra dei fuochi” si riunisca al più presto. A queste domande il Movimento 5 Stelle pretende risposte”.