STRAGE NEL CASERTANO. Drappi neri e foulard rossi per le due sorelle uccise

STRAGE NEL CASERTANO. Drappi neri e foulard rossi per le due sorelle uccise
image_pdfimage_print

Vairano Patenora. Drappi neri alle finestre delle abitazioni, ma anche foulard rossi appesi all’ingresso dei negozi, per il troppo sangue versato. Capannelli di persone, uomini e donne, che scure in volto parlano sottovoce sempre dello stesso argomento: la sciagura che ha colpito una famiglia di brave persone, oneste, lavoratrici.  È una città listata a lutto la Vairano Patenora che a cinque giorni dalla strage nella cartoleria Laurenza attende ora solo il giorno dei funerali. Riflette sull’accaduto e in larga misura, chi crede, prega. Discorsi e riflessioni che parlano delle tre persone morte, il maresciallo della guardia di finanza pluriomicida e poi suicida, Marcello De Prata, e delle due donne: sua moglie Antonella Laurenza e la sorella, Rosanna. Ma anche dei due anziani che ancora lottano tra la vita e la morte in un letto d’ospedale: Mario Laurenza e Assunta Paolino.

Related posts