AVERSA – Nonostante il divieto di avvicinamento, perseguitava l’ex moglie insultandola e minacciandola di morte. Un 48enne di Aversa, è stato arrestato ieri dai poliziotti, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Napoli Nord con l’accusa di stalking. In una occasione, dopo aver bloccato la strada alla donna in macchina, ha provato a farla scendere tentando di aprire con forza il finestrino e lo sportello, colpendo il vetro coi pugni e continuando a minacciarla di morte.

Il coraggio della ex moglie nel denunciare il tutto ha consentito ai poliziotti della Squadra Anticrimine di intervenire e costruire un quadro probatorio importante, terminato con la richiesta da parte della locale Procura di emissione di un provvedimento di natura cautelare personale. Dalle indagini esperite è emerso che i comportamenti dell’uomo, nonostante la misura del divieto di avvicinamento, non erano mutati ed anzi, col passare del tempo peggioravano in termini di violenza, costringendo la donna a cambiare radicalmente le sue abitudini di vita. Ieri ha avuto termine la vicenda con l’arresto dell’uomo, sottoposto ora alla misura degli arresti domiciliari.