Sicurezza nelle stazioni: operazione Flash Mob della Polfer

Sicurezza nelle stazioni: operazione Flash Mob della Polfer
image_pdfimage_print

Caserta. Sono 1637 le persone controllate dalla Polfer durante l’operazione “Flash Mob” che ha visto gli agenti in azione nelle principali stazioni ferroviarie della Campania. Complessivamente sono stati controllati anche 591 bagagli. Due persone sono state denunciate, per violazione al foglio di via obbligatorio. Due veicoli sono stati sequestrati e ora sono in attesa del provvedimento di confisca. Eseguiti anche tre sequestri amministrativi di merce venduta abusivamente e comminate 11 sanzioni amministrative. Sanzionati, infine, anche tre tassisti abusivi. L’operazione Flash Mob e’ stata eseguita ieri nelle stazioni di Napoli Centrale, Afragola, Torre Annunziata, Salerno, Battipaglia, Sapri, Caserta, Aversa, Villa Literno e Benevento, anche con il supporto di Unita’ Cinofile Antidroga e Antiesplosivo, Unita’ Operativa Pronto Intervento (Uopi) della Questura di Napoli, la Polizia Locale, gli uomini della Protezione Aziendale e i militari dell’Esercito Italiano impegnati nell’operazione “Strade Sicure”. Con il periodo estivo ed il conseguente aumento del flusso di viaggiatori – riporta una nota del Compartimento Polizia Ferroviaria per la Campania – e’ stato innalzata ulteriormente la guardia rispetto al rischio della commissione di reati, soprattutto nelle stazioni delle localita’ turistiche”. L’obiettivo e’ individuare e bloccare ladri operanti in ferrovia, tassisti abusivi, venditori ambulanti senza licenza, truffatori, piccoli estorsori, persone che vivono di illegalita’ e che a volte diventano violente, mettendo a repentaglio l’incolumita’, la sicurezza e la tranquillita’ dei viaggiatori che utilizzano il treno per i propri spostamenti”. per l’operazione sono stati utilizzati anche i nastri tendiflex e desk, grazie ai quali, garantendo la liberta’ di movimento dei viaggiatori, la Polfer creato varchi di accesso attraverso i quali tutte le persone che entrano negli scali ferroviari passano al vaglio dei poliziotti, muniti di palmari e metal detector.

 

 

Related posts