(foto d’archivio)

CASERTA (c.s.) – Questa mattina, nell’ambito delle indagini dirette dalla Procura della Repubblica di Santa Maria
Capua Vetere, i Carabinieri della Compagnia di Casetta hanno dato esecuzione ad un’ordinanza
di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal GIP del locale
Tribunale, nei confronti del 29enne Vincenzo Alfredo Natale. L’indagato è accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in relazione agli esiti di una perquisizione domiciliare del 5 aprile 2017: nel corso della stessa furono sequestrati cocaina e crack per un peso complessivo di 60 grammi già suddivisi in 114 dosi nonché vario materiale per il taglio ed il confezionamento della droga. Nell’occasione l’indagato, accortosi
dell’arrivo dei militari cercò invano di occultare lo stupefacente in una cavità del muro di cinta dell’edificio per poi fuggire tra le campagne dopo essersi nascosto sul tetto dello stabile. Nella circostanza i Carabinieri procedettero all’arresto in flagranza di reato del 47enne Vincenzo Lucia, identificato nel corso della perquisizione e riconobbero Vincenzo Alfredo Natale come la persona che si era eclissata. Nei riguardi del Natale, sulla base degli elementi indiziali a suo carico, questa Procura richiedeva la misura cautelare, concessa dal GIP del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere.