Sfratto al Parco Primavera, il dramma di Maria: “Dormiremo in strada”

Sfratto al Parco Primavera, il dramma di Maria: “Dormiremo in strada”

Marcianise (P.G.). “Dormiremo per strada stanotte, e non abbiamo neanche la macchina.” Maria Carbone, separata e madre di due bambini, una delle donne sgomberate dal centro polifunzionale, le ha provate tutte. “Manderò i miei bambini a dormire dalla mia ex suocera. Purtroppo io e mio padre Gennaro abbiamo bussato alle porte di tutti. Ma nessuno può ospitarci. Siamo andati anche al convento di San Pasquale, ma è pieno. Di tutti quelli che abitavano nel centro, siamo rimasti solo noi, io, mio padre, Giuseppe Farina e la moglie. Il sindaco ci ha rassicurati anche stamattina. Se troviamo una casa, il comune ci aiuterà per le prime spese. Ma è successo tutto all’improvviso. Stamattina ci siamo ritrovati i Vigili, la Polizia, i Vigili del fuoco e l’ambulanza sotto casa. Sapevamo che dovevamo sgomberare sicuramente. E comunque, io ho due figli piccoli e non volevo continuare a rischiare la nostra vita in uno stabile pericolante. Ora speriamo di riuscire a trovare quanto prima qualche soluzione. Intanto stanotte dormiamo in strada, letteralmente in strada. Mi appello a tutti i marcianisani, chi ha una soluzione provvisoria non ci lasci dormire per strada.” Una triste situazione quella della giovane, si spera che Marcianise ancora una volta mostri la sua solidarietà che già in altre occasioni è stata sbalorditiva.

Related posts