Virgilio Pacifico e Giovanni Schiappa

MONDRAGONE – Il grido d’allarme arriva dall’ex sindaco Giovanni Schiappa che accusa il sindaco di essere poco presente in questa fase così delicata per la vita dell’intero paese. “La Vela a tre colori, una delle liste civiche di riferimento al leader dell’opposizione consiliare Giovanni Schiappa – già primo cittadino di Mondragone – nei giorni addietro ha lanciato un preciso appello sui social network indirizzato al Sindaco Virgilio Pacifico, con l’invito immediato ad assumere una posizione determinata, informando costantemente i Mondragonesi con dovere di circostanza e senza più permettere di farlo, nel pieno rispetto delle persone, a chiunque altro non e’ per niente titolato a farlo.

“Sentiamo l’esigenza di chiederti di riuscire ad appropriarti subito del ruolo che hai l’onore di ricoprire personalmente e della funzione che la Città merita che tu eserciti direttamente.
Ciò rimane un tuo dovere immediato, pur se tanto non dovesse essere gradito da chi ti accompagna – se non ti guida – in un percorso che troppo spesso ti ha visto, nostro malgrado, passeggero e non autista.
Anche dinanzi a spazi enormi da te lasciati liberi ed incontrollati, pure difronte a scelte ingiustificabili, anche riguardo a modi inqualificabili, pure rispetto a strumentalizzazioni indigeribili da parte di chi non rispettando te non rispetta la Città, sappiamo bene che ora non e’ il tempo delle polemiche e quindi non le vogliamo fare e non le facciamo, ma sappiamo che una volta superato questo momento dovremo necessariamente tirare le somme che nulla hanno a che vedere con i risultati elettorali, ne’ tantomeno con presunti traguardi amministrativi, ma che tanto hanno a che fare con le nostre coscienze.

Insomma, abbi il coraggio di quanto ti chiedono i nostri concittadini soprattutto in questo momento, ovvero di essere e di fare… il sindaco”!
L’appello si conclude con l’invito deciso a Pacifico ed alla Polizia Municipale a non continuare più ad autorizzare a non rispettare le regole della quarantena chi e’ obbligato ancor più degli altri a rispettarle, proprio per dare il buon esempio che le regole vanno rispettate senza distinzioni”, ecco cosa ha detto l’ex primo cittadino in una nota stampa.