Santa Maria Capua Vetere. La richiesta della carta di identità elettronica può coincidere con la donazione degli organi. Succede al Comune di Santa Maria Capua Vetere, che oltre al rilascio del nuovo documento agli utenti, chiede a chi fosse favorevole di firmare anche una particolare dichiarazione per quanto riguarda il grande gesto umano della donazione. Lo stesso sindaco Antonio Mirra ha espresso la propria volontà.

Il servizio, attivo dal 4 agosto scorso presso l’Ufficio Anagrafe del Comune di Santa Maria Capua Vetere, ha finora fatto registrare il rilascio di circa 550 card elettroniche di cui circa un centinaio accompagnato dalla dichiarazione di volontà alla donazione di organi espressa dagli utenti. “L’amministrazione comunale – ha dichiarato il sindaco Antonio Mirra – lavora costantemente sia per favorire la promozione della cultura della donazione degli organi sia per estendere, quanto più possibile, la platea di possibili donatori. Ritengo che il dono in generale rappresenti un miracolo silenzioso che, oltre ad arricchire ognuno di noi, nel caso specifico della donazione degli organi consiste anche nella concreta possibilità di salvare vite umane”.

Al momento del rilascio della card elettronica al sindaco Antonio Mirra erano presenti anche il presidente provinciale dell’AIDO Gennaro Castaldi, il presidente AIDO della sezione di Santa Maria Capua Vetere Antonella Boffi e i componenti del direttivo Teresa Falcone e Maria Leonardi Uccella. L’occasione ha rappresentato anche il momento della sottoscrizione di un protocollo di intesa tra Comune di Santa Maria Capua Vetere e l’AIDO, l’AITF e l’ANOLF, al fine di diffondere ai cittadini, attraverso un intenso calendario di iniziative, una corretta informazione sui trapianti di organi e di tessuti.

La richiesta della carta di identità elettronica può essere presentata sia allo sportello Anagrafico del Comune di Santa Maria Capua Vetere (tutti i giorni dalle 9.00 alle 13.00, lunedì e giovedì anche apertura pomeridiana dalle 15.30 alle 17.00), sia con prenotazione sull’apposita agenda ministeriale (www.cartaidentita.interno.gov.it).