REGIONALE – La Campania ha una situazione “sotto controllo” e, nella gestione delle prime due fasi dell’emergenza, e’ stata “la regione piu’ efficiente d’Italia”. Un risultato raggiunto con meno risorse rispetto ad altre Regioni, in virtu’ dei criteri di riparto del fondo sanitario nazionale, per i quali “lo Stato dovrebbe vergognarsi”. E’ l’affondo del presidente della Giunta campana, Vincenzo De Luca, che definisce questo “un dato indegno di un Paese civile”. Nella consueta diretta Facebook del venerdi’, De Luca sottolinea come la Campania abbia ricevuto meno tamponi, allargando poi il discorso alle risorse erogate a livello nazionale.

“Ogni anno un cittadino campano riceve 45 euro in meno rispetto a un altro che vive in Veneto – argomenta – 40 in meno della Lombardia, 60 in meno rispetto all’Emilia Romagna e 30 in meno del Lazio. Siamo i piu’ penalizzati, ogni anno veniamo depredati di 350 milioni”. Rispetto a questo punto, incalza, “non ha fatto nulla nessuna coalizione politica, dal centrodestra al centrosinistra, c’e’ un blocco di interessi nordista che prevale su ogni regola di civilta’ e correttezza”. Anche durante la pandemia, conclude, “si e’ aggiunta l’ennesima penalizzazione. La Campania ha ricevuto meno tamponi di tutti, uno ogni 50 abitanti, la meta’ rispetto ad altre regioni, un terzo rispetto al Veneto”.

GUARDA IL VIDEO

Coronavirus, il punto della situazione

🔴 #CORONAVIRUS, Fase 2: in streaming il punto della situazione sui contagi e sulle importanti decisioni in vista della ripresa di lunedì.

Pubblicato da Regione Campania su Venerdì 15 maggio 2020