SAN FELICE A CANCELLO – E’ conto alla rovescia al Comune di San Felice a Cancello, per l’approvazione del Piano comunale per tenere sotto controllo il Pm10 (arrivato alle stelle nei mesi di gennaio e febbraio, da quanto si evince dai dati dell’Arpac rilevati dall’unica centralina dislocata nel piazzale antistante la scuola media dell’Istituto Comprensivo Aldo Moro di Cancello Scalo). La riunione dei capigruppo ha decretato di inserire l’argomento, che nei giorni scorsi ha ricevuto il via libera dalla commissione consiliare preposta all’ambiente e all’ecologia, nella prossima seduta del Consiglio.

Sul caso, il M5s ha puntato l’indice contro l’assessore al ramo Savino. “Non ha partecipato a nessuna riunione – dice il consigliere Concetta De Lucia che insieme al capogruppo dei Cinquestelle, Luciano Bernardo fanno parte dell’organismo – e non ha dato nessun tipo di apporto”. Sulla questione per spegnere il fuoco è intervenuto il presidente della commissione consiliare Francesco Fruggiero, consigliere comunale della lista “Ricominciare”. “Devo smentire – dice Fruggiero – le dichiarazioni fatte dal consigliere De Lucia.

Prima di portare l’argomento in commissione e di stilare un vero e proprio regolamento abbiamo sia con l’assessore Savino che con il dirigente alla Polizia Municipale, Maria Rosaria Picardi, discusso di tutti i possibili provvedimenti da adottare nel giro di poche settimane. Ne abbiamo discusso ampiamente prima di andare in commissione, anche perché la commissione non ho invitato nessun politico e quindi nè il sindaco Ferrara e nè gli assessori Savino, che al contrario quotidianamente sono interessati particolarmente alla vicenda relativa alla qualità dell’aria. Solo per questo motivo, l’assessore non ha presenziato. Per rispetto istituzionale, non faccio nulla se non coinvolgo il sindaco, l’assessore Savino e gli uffici comunali”. Fruggiero poi annuncia: “Qualora il regolamento fosse approvato in Consiglio farò dei ringraziamenti ufficiali, ora preferisco attendere. Non amo i clamori”.