SAN FELICE A CANCELLO – “Il sindaco Giovanni Ferrara dovrebbe ben sapere che noi del M5s oltre ad essere attivi sul territorio siamo anche molto vigili. Ci deve comunque spiegare come mai ci sono persone che gironzolano in Comune e che hanno il compito di fare una cernita tra le 1500 domande circa arrivate per ottenere i buoni spesa. Il primo cittadino ha fatto un provvedimento di giunta per istituire una commissione speciale o ha preso un’iniziativa propria?

Su questo attendiamo spiegazioni”. A parlare è il capogruppo del M5s Luciano Bernardo che ha acceso i riflettori sulla vicenda che sta facendo chiacchierare l’intera cittadina della Valle di Suessola che accende poi i riflettori sulla vicenda della commissione trasparenza e legalità, di cui è presidente.

“Il sindaco ha presentato la richiesta di convocazione della commissione – dice ancora Bernardo – al protocollo dimenticandosi di farmela notificare a casa. Inoltre, ci tengo a precisare ancora che, quando Ferrara dice che noi siamo poco presenti in Comune, io al contrario ho dato sempre suggerimenti (almeno fino al 6 aprile) finché lui non ha dichiarato di escludere la politica dalla gestione della questione buoni spesa e in ogni caso la presenza dei consiglieri deve essere giustificata altrimenti rischiamo di essere multati, come è già accaduto in altri Comuni”. La questione si fa molto scottante, chissà cosa accadrà nelle prossime ore.