SAN FELICE AL VOTO. Appello del Codacons: “Fermiamoci finchè il tempo lo consente, scriviamo una storia diversa”

SAN FELICE AL VOTO. Appello del Codacons: “Fermiamoci finchè il tempo lo consente, scriviamo una storia diversa”

SAN FELICE A CANCELLO – Dopo la chiamata all’unione, che risale già a qualche settimana fa, in vista delle prossime consultazioni di primavera, per il rinnovo del Consiglio comunale a firma di Emilio Nuzzo, candidato sindaco, attraverso una serie di appelli lanciati su fb, questa mattina lo staff locale del Codacons, che fa riferimento all’avvocato Michela Izzo, in un volantino che sta circolando precisa che “San Felice non ha bisogno né di Santi né di eroi ma di Unione”. Secondo il Codacons “la coerenza tra la politica e il bene comune non è facile ma dobbiamo andare avanti in questa direzione. Si deve dire questo è un sanfeliciano non per quello che dice, non per quello che scrive ma per quello che fa. San Felice non è quello che si legge dalle cronache dei giornali ma è fatto di persone, padri e madri di famiglia che ogni giorno con dignità e dedizione lavorano per dare un futuro diverso e migliore ai propri figli. San Felice ha menti pensanti, e anche buoni politici che in questo particolare momento storico devono saper rinunciare alle proprie ambizioni se pur legittime per un bene superiore quello di tutta la collettività sanfeliciana. Nessuno ha una biografia impeccabile… ciascuno nella propria vita ha fratto meno errori degli altri, ma comunque li ha ammessi. Troppo odio politico è stato seminato!!! Troppe famiglie spaccate!!! Troppi amici divisi!!!… Fermiamoci finché il tempo lo consente. Insieme si può riscrivere una storia diversa”.

Appello del Codacons
Appello del Codacons

Related posts