Caserta (Oreste Cresci). Terminata 0-0 la sfida fra Casertana e Regina, non senza polemiche. La partita è sembrata un incontro di boxe piuttosto che un match di calcio, nervosismo da ambo le parti che ha generato una duplice espulsione: Alfageme per i rossoblù e Laezza per gli ospiti, rei di aver commesso scorrettezze reciproche. La squadra di casa ci prova e può recriminare per un mancato rigore su Turchetta non concesso dal direttore di gara, ma ciò non è bastato e così le partite consecutive in casa, senza reti, si incrementano a 5. Arbitro che a dire il vero non è sembrato all’altezza, sbagliando tutto ciò che c’è da sbagliare ambo le parti ma tant’è. In sala stampa rompe il ghiaccio il mister della Reggina Algenore Maurizi: “La partita è stata giocata a ritmi molto alti, toni agonistici alti. Noi volevamo palleggiare ma la Casertana c’è l’ha impedito mettendo in campo una buona aggressività. Noi volevamo fare la nostra partita, e non ci siamo accontentati, l’espulsione ci ha fatto saltare i piani riadagiando i piani e cambiando la sostituzione ritardando l’ingresso di Di Livio. L’arbitro? Per caratteristiche mie personali non parlo mai degli arbitri”. Per i padroni di casa a metterci la faccia è stato mister D’Angelo: “Avremmo meritato di più per le occasioni create e per come la squadra ha giocata. Mi ricorda un po’ la sfida giocata la scorsa settimana a Fondi, le occasioni le abbiamo create solo noi ma non siamo riusciti a fare gol. Nel gioco del calcio c’è il contatto e la Reggina in area è stata avvantaggiata, ci mancano dei rigori. La squadra è stata molto brava a mettere in difficoltà gli ospiti che sono davvero una buona squadra, giocando bene. Dobbiamo migliorare in fase la fase offensiva sicuramente. Giocatori fuori ruolo? Ci manca solo l’attaccante di ruolo, Padovan, ma gli altri giocano tutti al loro posto. A Lecce faremo la nostra parte, sarà una partita complicata ma i ragazzi sono encomiabili per l’impegno che mettono in campo. Differenze con la Reggina? Gli ospiti sono molto bravi e hanno fatto meno del solito perché siamo stati bravi noi a non farli tirare mai in porta, sono soddisfatto dalla prestazione. Marotta? È entrato molto bene ed è stato molto bravo. Merita spazio e nell’ultimo periodo mi sta mettendo molto in difficoltà. Tripicchio? Turchetta sta giocando molto bene e questo mi rende difficile schierarlo in questo momento e poi l’espulsione mi ha reso impossibile inserirlo”.