Marcianise. Giovedì 12 Ottobre si voterà per il rinnovo del consiglio provinciale. Marcianise è pienamente coinvolta in questa campagna elettorale che vede sei consiglieri comunali contendersi il posto nel parlamentino provinciale: Vincenzo Galantuomo, Giovanni Battista Vallosco, Raffaele Guerriero, Giuseppe Moretta, Pasquale Salzillo, Domenico Laurenza, da diverse liste tutti a sostegno di Carlo Marino, candidato Presidente del centrosinistra. In particolare Domenico Laurenza è il candidato di Campania Libera e conta anche il voto della consigliera Maria Carmela Di Lernia, Raffaele Guerriero è il candidato del PD ed il suo gruppo consiliare conta 5 consiglieri comunali (Antonio Rondello, Pasquale Pero, Gennaro Laurenza e Antimo Rondello oltre allo stesso Guerriero). Vincenzo Galantuomo è il candidato del gruppo Città Nuova, lista civica di chiara espressione velardiana che conta 8 consiglieri comunali (Velardi, Tartaglione, Acconcia, Valentino, Golino, Ventrone, Carusone e lo stesso Galantuomo), che corre come indipendente nella lista dei Moderati/Centro democratico di Zannini/Riccio. Infine I tre consiglieri Moretta, Salzillo e Vallosco sono candidati nella lista di Gennaro Oliviero e contano i voti della opposizione all’amministrazione Velardi. Stando ai numeri sul piano locale, il favorito è certamente il consigliere velardiano Enzo Galantuomo che addirittura potrebbe essere votato anche dal segretario provinciale di Centro Democratico Pino Riccio che non ha disdegnato la candidatura del suo compagno di banco favorendone la scelta nella lista dei Moderati piuttosto che nel PD e se così fosse sarebbero 9 i voti, almeno sulla carta, a favore del consigliere Galantuomo che a questo punto potrebbe dormire sonni tranquilli, ma come sappiamo le insidie sono sempre dietro l’angolo e questa è una campagna elettorale che non consente distrazioni.  Sono sceso in campo – dichiara il consigliere Galantuomo – perché convinto che chi ha scelto di mettersi in gioco per le istituzioni locali non può far venire meno il proprio impegno anche per quelle provinciali, che oggi più che mai necessitano di un concreto contributo soprattutto da parte quelle comunità, come la mia, che hanno inteso cambiare passo rispetto ad una gestione per anni fallimentare. La mia è una candidatura civica all’interno di una coalizione di partiti che si rivedono nei valori del moderatismo e del riformismo, che nasce in seno al gruppo consiliare “Marcianise Città Nuova” dell’amministrazione Velardi. È frutto di una sintesi tra gli otto consiglieri comunali con il comune obiettivo di portare avanti gli indirizzi politico-amministrativi del Sindaco Antonello Velardi”. Il contributo, secondo il consigliere, non può prescindere dai temi della scuola, della formazione e più in generale della cultura, dei trasporti, dell’ambiente, che nel turismo devono trovare il momento di confluenza per il rilancio economico del territorio. La Provincia dovrà assurgere a ruolo guida stimolando ed alimentando il confronto con le varie amministrazioni comunali e contribuendo a dare risposte certe a quelle comunità spesso abbandonate e trascurate. “È stata una campagna elettorale fuori dagli schemi classici ai quali siamo abituati, mi sono rivolto soprattutto a quei colleghi consiglieri che non hanno tessere di partito, riscontrando un certo interesse. C’è voglia di fare in questa Provincia, ho conosciuto diversi amministratori di grande valore, segno evidente di una Provincia che intende cambiare passo, ho provato a raccogliere le istanze dai vari territori e spero di non deludere le aspettative di chi il 12 ottobre mi darà la propria fiducia”.