MONDRAGONE. Rifiuti tossici incendiati e non raccolti, scatta la denuncia del comitato ‘Pro Torre di Pescopagano’

MONDRAGONE. Rifiuti tossici incendiati e non raccolti, scatta la denuncia del comitato ‘Pro Torre di Pescopagano’


MONDRAGONE (red.cro.) – Il direttivo dell’associazione di volontariato “comitato cittadino “Pro Torre di Pescopagano 2014” formato dal presidente Aldo Santamaria e dai consiglieri Gianni Gargiulo, Pasquale D’Alessandro, Silvia Traetto, Luisa Guerriero, Diana Guidone, Domenico Alfano, Tammaro Basile, Giulio Sorgente, Antonio Laudante e Ferdinando Acampa, insieme ai cittadini della località di “Pescopagano” dicono Basta al degrado della località e al disservizio della raccolta dei rifiuti porta a porta.

L’associazione è stanca che settimanalmente deve sollecitare l’amministrazione comunale guidata da Virgilio Pacifico e l’assessore all’ambiente per far ritirare i rifiuti porta a porta, in quanto non si sa ne il giorno e ne l’orario che viene effettuata il servizio.

Attualmente sono due settimane che il servizio non viene effettuato dopo tanti solleciti. L’associazione e i cittadini denunciano che nella località non esiste un servizio di raccolta differenziato della raccolta per il mancato ritiro, in quanto gli operatori ecologici quanto effettuano il servizio di ritiro porta a porta prendono tutto quello depositato fuori all’abitazione, mescolando il tutto senza selezionare il differenziato depositato per azzerare i rifiuti nella località.

Fino al 13 agosto 2019, l’assessore all’Ambiente Antonio Federico e l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Virgilio Pacifico davano la colpa all’ex ditta di raccolta rifiuti.

Oggi a tre mesi dell’insediamento della nuova ditta nella località nulla è cambiato; nei primi giorni dell’insediamento della nuova ditta, fu fatta una raccolta straordinaria dei rifiuti porta a pieta ( dopo tre mesi di disservizio) e una bonifica delle numerose discariche nella località, mettendo da parte i rifiuti bruciati, con la promessa che in seguito venivano rimossi; in quanto di rifiuti bruciati per prelevarli l’amministrazione comunale doveva fare una procedura a parte, ad Oggi ancora presenti nella località nelle varie discariche onnipresenti insiemi ai rifiuti normali.

L’associazione e i cittadini della località, denunciano che dopo tre anni circa dell’insediamento di quest’amministratore nulla è cambiato dalla precedente amministrazione comunale e tantomeno dopo l’insediamento della nuova ditta, quindi, chiediamo al sindaco Virgilio Pacifico di provvedere alla regolarizzazione del servizio come da calendario di ritiro come funziona a Mondragone città e visto che nulla é cambiato con la sostituzione della ditta, di cambiare anche l’assessore all’ambiente visto che ora non ci sono più scusante come prima.

Il direttivo dell’associazione e i cittadini chiedono a gran voce al sindaco Virgilio Pacifico e all’assessore Federico di regolarizzare il sevizio e di bonificare la località dai rifiuti e se questo non avverrà in pochi giorni, saranno costretti ad organizzare una manifestazione di protesta contro il degrado e al disservizio.

rifiuti a Pescopagano


Related posts