Reperti ritrovati archeologici, la Soprintendenza blocca i lavori sulla Domiziana

Reperti ritrovati archeologici, la Soprintendenza blocca i lavori sulla Domiziana

CELLOLE – La notizia è stata confermata da Acqualatina: la Soprintendenza ai beni archeologici ha intimato il blocco ai lavori per il collegamento della sorgente di Cellole, in provincia di Caserta, alla condotta adduttrice che alimenta i comuni più meridionali della Provincia di Latina, Castelforte, San Cosma e Damiano a Minturno. Il rinvenimento di alcuni reperti sul lato campano dell’opera, lungo la riva sinistra del fiume Garigliano, ha bloccato la prosecuzione dei lavori che avrebbero dovuto consentire un ulteriore incremento del flusso idrico di 160 litri al secondo, una portata che avrebbe facilitato, seppur indirettamente, il fabbisogno sull’intero territorio del Golfo. L’ente gestore, in attesa dei preannunciati accertamenti tecnici da parte dei funzionari della Soprintendenza, ha escluso che il collegamento, più volte promesso nel corso del 2018 dopo la devastante emergenza idrica dell’anno precedente, possa essere ultimato, qualora venisse revocato il blocco del cantiere, prima dell’inizio della stagione estiva.

Related posts