CASERTA – Una delle lanterne poste nel portico della Reggia di Caserta e’ caduta a causa del cedimento di vecchie saldature. L’episodio risale allo scorso 17 febbraio. La Direzione ha escluso, a seguito della visione delle registrazioni del sistema di videosorveglianza interno, eventuali danneggiamenti attribuibili a visitatori. E’ cosi’ subito partito il restauro della lucerna, presumibilmente databile nell’Ottocento; il prezioso oggetto e’ stato portato all’interno dei laboratori della Reggia di Caserta, e affidato alle mani degli specialisti.

I restauratori della Reggia di Caserta, infatti, grazie anche alla collaborazione dei conservatori della Sovrintendenza Archeologica, Belle arti e Paesaggio per le province di Caserta e Benevento, stanno procedendo al recupero del manufatto. Dopo una serie di prove di pulitura, verra’ riscoperta la pregiata decorazione a cesello, in ottone, che era stata celata da numerosi strati di ridipintura verde. La struttura esagonale della intelaiatura e’ invece costituita da rame e ferro, e anch’essa nel corso dei secoli e’ stata trattata da vernici di vario genere. Tutte le superfici della lanterna sono interessate da severi processi corrosivi delle leghe metalliche che stanno portando a un progressivo danneggiamento e indebolimento della struttura.

L’intervento di restauro consentira’ di liberare le fatture originali, che verranno trattate poi con un composto protettivo per rallentarne il deterioramento chimico e antropico. Si procedera’, inoltre, alla sostituzione dei vetri con materiale adeguato ai fini della sicurezza. Anche il braccio portante sara’ oggetto di interventi. Una volta terminate le opere di recupero, la lucerna sara’, quindi, riposizionata. La lanterna, riportata alle sembianze originali, sara’ poi utilizzata come modello campione per il successivo restauro di tutti i corpi illuminanti presenti nel Cannocchiale.