Arrestato dai carabinieri

VAIRANO PATENORA – Nella mattinata del 2 novembre, i militari del Comando Stazione Carabinieri di Vairano
Scalo hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misura cautelare persona delle Custodia in carcere emessa dal Tribunale di S. Maria Capua Vetere – Ufficio G.I.P., su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di Mohamed Toure, nato in Guinea e richiedente asilo ospite del CTA denominato La Cittadella, sito in via Pescara n.46 di Caianello, (soggetto già detenuto presso la Casa Circondariale di S. Maria C. V. per altro procedimento), in ordine al delitto di rapina aggravata dall’uso di un’arma impropria utilizzata a scopo intimidatorio. Le indagini, dirette dalla Procura della Repubblica di S. Maria Capua Vetere e svolte
dai CC di Vairano Scalo, sono state esperite mediante l’assunzione di dichiarazioni testimoniali, riscontri operati nel territorio ed attività di individuazione fotografica e di persone: è stato pertanto acquisito un grave quadro indiziario a carico dell’indagato quanto alla consumazione di una rapina, avvenuta il 17 maggio scorso nelle campagne del comune di Caianello, ai danni di una cittadina straniera intenta ad effettuare lavori di raccolta delle ciliegie.
Nella circostanza l’indagato, usando violenza nei confronti della vittima consistita nell’afferrarla al collo stringendola con entrambe le mani quasi fino a soffocarla e nel minacciarla con un bastone in ferro, riusciva ad impossessarsi della sua borsa contenente un telefono cellulare ed una somma di denaro contante. Lo stesso soggetto reiterava poi l’azione ai danni della stessa vittima il 23 maggio successivo, ma la donna si avvedeva tempestivamente della presenza dell’indagato e, dopo aver ottenuto l’aiuto di altri lavoratori ivi presenti, riusciva ad evitare l’ulteriore
rapina, inducendo alla fuga l’aggressore .