CronacaSan Felice a Cancello

PSICOSI-RAZZISMO DA CORONAVIRUS A SAN FELICE. Bimbo cinese allontanato da un insegnante, l’appello della Perrotta


SAN FELICE A CANCELLO – Il Coronavirus si sta trasformando in una vera e propria psicosi, anche se – come ha diramato l’Oms, è necessario avere la situazione sotto controllo. In alcuni casi sta sfociando addirittura in episodi di razzismo. Una vicenda singolare è accaduta a San Felice a Cancello. Un bambino di origine cinese, che abita da tempo sul territorio suessolano e che è ritornato dalla Cina ad inizio gennaio, è stato allontanato da un insegnante.

Allarme Coronavirus a San Felice, l’appello del consigliere Perrotta

Il caso ci è stato raccontato dal consigliere comunale, Stefania Perrotta, nonché capogruppo della civica “CambiaMente”, alla quale hanno raccontato l’episodio e che coglie l’occasione per invitare “tutti i cittadini ad evitare questo tipo di atteggiamento. La prevenzione è importante, – dice la Perrotta – ma allo stesso tempo bisogna evitare inutili allarmismi. Questi sono dei veri e propri episodi di razzismo, che devono essere frenati e che non portano lontano. I nostri figli non devono assolutamente imparare questo. Sul fronte prevenzione – conclude – chiederò al sindaco Giovanni Ferrara di assumere tutte le precauzioni del caso”.

Tags

Related Articles

Back to top button
Close