Prostituzione a Mondragone, Pacifico difende la chiesa e confida negli inquirenti

Prostituzione a Mondragone, Pacifico difende la chiesa e confida negli inquirenti

Mondragone (al.ce.). Oramai, l’effetto mediatico c’è ed è sopra la bocca di tutti, ma il sindaco Virgilio Pacifico sentito in merito ha deciso di rassicurare la cittadinanza dopo il terremoto prostituzione minorile, che ha ‘avvolto’ Mondragone e che, strano ma vero, è finito sotto i riflettori dei media nazionale. Sarà affisso domani mattina nelle bacheche comunali della città litoranea, un manifesto nel quale il primo cittadino, congiuntamente a tutta la giunta, rassicura i mondragonesi sottolineando “che si tratta di casi isolati e che confida nell’operato delle forze dell’ordine affinché posso essere incastrati coloro che si sono resi protagonisti di questa brutta vicenda”. Ecco il testo del manifesto, che siamo riusciti ad avere in anteprima, a firma della fascia tricolore. “L’amministrazione comunale di Mondragone: apprezza il contributo assicurato da diversi organi di stampa e di informazione per l’opera di svelamento di un fenomeno di estremo disagio sociale che si consuma ai margini fisici e civili di una comunità che lo respinge radicalmente; è grata alle Forze dell’Ordine che presiedono, per tutto quanto loro possibile, un territorio notoriamente interessato, da molti anni, da una presenza di immigrati che genera problematiche estremamente complicate e complesse; condivide con la Chiesa locale la percezione di una emergenza sociale che viene da lontano ed impegna le periferie di tutta l’Italia, che hanno necessità di politiche generali di riferimento, ancora deboli ed occasionali. È impegnata, fin dal primo giorno del suo mandato popolare, in diverse azioni di contrasto degli eventi più negativi del fenomeno migratorio, generalmente convenute con la Prefettura di Caserta, e confida nell’esito delle indagini da molto tempo avviate dagli inquirenti. Rinnova al sig. Prefetto e al sig. Questore della Provincia di Caserta la domanda di rafforzamento dei presidi di controllo del territorio già in atto. Assicura la Comunità di essere impegnata, nonostante la pesante debolezza strutturale e finanziaria dell’Ente comunale, in un’azione costante di riscontro delle domande, le più diverse, di sicurezza che pervengono quotidianamente da una comunità laboriosa, accogliente e solidale. Respinge qualsiasi forma di sciacallaggio attivata da chi pensa di trarre qualche vantaggio, quale che sia, di posizione, da una vicenda che reclama la più ampia solidarietà civile e politica possibile. Confida che la Comunità si senta rassicurata dalle azioni di vigilanza e di contrasto poste in essere dall’Amministrazione comunale e da tutte le Forze dell’Ordine sul territorio“.

Related posts