Pedofilo fotografa bambini fuori la scuola, scatta la protesta delle mamme

Pedofilo fotografa bambini fuori la scuola, scatta la protesta delle mamme

Si è creata una folla esagerata di genitori fuori al comune di Giugliano in questi minuti dopo il brutto episodio che si è verificato qualche minuto fa fuori al terzo circolo didattico di via san Rocco. Le mamme dei bambini sono fuori al municipio ed in questi istanti stanno parlando con il Sindaco Antonio Poziello. Incredibile episodio quello che si è verificato fuori il III circolo didattico di Via San Rocco di Giugliano, un uomo è stato beccato mentre era intento a fotografare i bambini. Immediata la reazione da parte dei genitori dei bimbi che hanno cercato di fermarlo in quanto “presunto pedofilo”. Sul posto sono arrivati gli uomini della Polizia di Stato che hanno provveduto ad identificare il soggetto e successivamente lo hanno portato in questura. Fuori la scuola, le mamme dei bambini, prese dalla rabbia per quanto stava accadendo ai loro bimbi, hanno iniziato ad offendere e minacciare il presunto orco. Man mano la situazione ha iniziato a degenerare e soltanto l’arrivo della Polizia ha salvato l’uomo da quello che avrebbe potuto essere un vero e proprio linciaggio. Molto probabilmente i genitori dei bimbi stanno chiedendo al Sindaco di avere maggiore sicurezza fuori le scuole e molto probabilmente a far scattare la rabbia dei tanti genitori sono anche le tante fake news che sono circolate in questi giorni sul web dei presunti rapimenti di bimbi messi in atto da un “furgone bianco”. Le mamme stanno chiedendo una maggiore presenza di Vigili urbani fuori l’istituto scolastico. “Troppi pochi Vigili per fare un’operazione del genere”, questo è quanto afferma il sindaco di Giugliano ma che comunque ha promesso che da oggi in poi ci sarà lui in persona fuori la scuola per controllare quanto accade ogni mattina. Sembra che il ragazzo accusato e che ha rischiato il pestaggio dai presenti fuori la scuola, dopo essere stato controllato da parte degli agenti della Polizia di Stato, è stato accompagnato in una zona distante dalla scuola e sia stato rilasciato in quanto sul suo telefono non è stato trovato nulla di preoccupante ed il ragazzo era incensurato.

Related posts