ArienzoCronaca

Operatori ecologici senza stipendio. La risposta del sindaco Guida


Arienzo. In uno dei comuni più ricicloni, con la percentuale di raccolta differenziata più alta della Campania, ci si aspetterebbe che gli operatori ecologici, impiegati per il prelievo degli scarti, siano totalmente tutelati sia dal punto di vista economico che lavorativo. E invece, veniamo a sapere che proprio loro lamentano un ritardo di due mesi nel pagamento degli stipendi. Non solo: mancherebbero di vestiario (divise per intenderci), mezzi idonei, ma addirittura, un posto dove potersi lavare le mani ed espletare i loro bisogni fisiologici. A queste lamentele, ha risposto il sindaco Davide Guida attraverso un comunicato stampa che qui di seguito riportiamo.

 

COMUNICATO STAMPA

In merito alla mancata raccolta dei rifiuti in diverse zone del paese, l’amministrazione comunale intende fare le seguenti precisazioni:
1. è vero che il comune deve pagare 2 mesi alla ditta esecutrice, ma il pagamento alla stessa è stato bloccato dall’Agenzia delle Entrate Riscossione per pendenze della ditta; quindi il comune non è responsabile del mancato pagamento degli stipendi agli addetti alla raccolta, che, tra l’altro, a seguito del passaggio di cantiere successivo all’aggiudicazione, sono a tutti gli effetti dipendenti dell’Ambiente e Servizi;
2. attrezzature di lavoro, vestiario, mezzi idonei, lavaggio dei mezzi e strutture per bisogni fisiologici ed altro devono essere forniti ai dipendenti dalla ditta incaricata, come previsto dal Capitolato Speciale d’Appalto della gara espletata dalla Stazione Unica Appaltante della Prefettura;
3. Ambiente e Servizi, negli ultimi mesi, ha subito diverse penali da parte dell’UTC e altre gli saranno computate, nuovamente, nei prossimi giorni per la mancanza di servizi, come spazzatrice meccanica, taglio del verde pubblico, forniture delle buste per la raccolta, ecc.;
4. in passato il Sindaco, si è preso anche la responsabilità, di applicare i poteri sostitutivi, previsti dal Capitolato Speciale d’Appalto, nei confronti di Ambiente e Servizi per pagare direttamente gli addetti alla raccolta, comprendendo le loro problematiche;
5. viste le continue inadempienze della ditta incaricata l’UTC ha già attivato la procedura di revoca del servizio in danno;
6. dato che è stato interrotto un pubblico servizio ed è stato creato un problema igienico-sanitario in paese, i responsabili saranno denunciati alle autorità competenti.
Infine, si informa la cittadinanza che il Sindaco ha firmato un’ordinanza ad un’altra ditta, con decurtazione ad Ambiente e Servizi, per la rimozione dei rifiuti e entro questa sera tutte le aree saranno ripulite dai rifiuti non raccolti.
Ci scusiamo con i cittadini per i disagi causati e li ringraziamo, nuovamente, per il fondamentale contributo per l’ottenimento del brillante tasso di raccolta differenziata del nostro comune.

Tags

Related Articles

Back to top button
Close