Omicidio Chianese, colpo di scena durante il processo

Chianese

Marcianise/Capodrise. Omicidio colposo e violazione delle norme in materia di sicurezza sul lavoro. Questi i capi di imputazione a carico di Vincenzo Caputo, 41 anni di Marcianise, Domenico Porfidia 45 di Marcianise, ma residente a Capodrise, Luigi Carrino 47 anni di Napoli e Ciro Ianniello, 49 anni di Marcianise. L’udienza è slittata al prossimo ottobre per l’assenza di uno degli imputati. La posizione processuale di imputati è stata confermata al termine delle indagini preliminari a carico dei quattro dei sette indagati tra cui figuravano anche Pietro Iannone, Giacomo Bruno non coinvolti in questo procedimento. I fatti si riferiscono al drammatico incidente sul lavoro in cui perse la vita il signor Salvatore Chianese, operaio 45enne di Mugnano di Napoli. L’operaio, in realtà titolare della ditta S.G. Ascensori Snc.,il 29 dicembre del 2016, mentre lavorava nel cantiere per l’ampliamento del cimitero comunale precipitava nel vano dell’ascensore riportando fratture al cranio che risultavano letali.

Related posts