Offerte placet luce e gas: cosa sono, come funzionano e quando convengono

 

 

Stando ad alcune ricerche sono pochi i consumatori che hanno compreso esattamente come funziona il mercato libero dell’energia e quali sono le differenze tra quest’ultimo e quello sottoposto a regime di controllo dei prezzi. La confusione è in parte giustificata considerando che sono presenti anche delle opzioni intermedie, che costituiscono una via di mezzo tra le due alternative. Si parla nello specifico delle così dette offerte “PLACET”, acronimo che sta per “prezzo libero a condizioni equiparate di tutela”. In sintesi, le offerte in questione proposte dai vari operatori attivi nel libero mercato rispettano le condizioni imposte dall’ARERA e consentono al consumatore di pagare soltanto la fornitura energetica, senza contributi aggiuntivi.

 

Come funzionano le offerte placet?

 

Nello specifico, chi sceglie queste offerte sa che dovrà provvedere al pagamento della fornitura, che è l’unica spesa da mettere in conto. Dunque il contratto appare privo di qualsiasi condizione particolare, costo extra o servizio aggiuntivo. Inoltre, viene mantenuta la caratteristica fondamentale del mercato libero: il prezzo è concorrenziale, in quanto viene deciso dall’operatore che eroga il servizio. Quali sono gli obblighi per gli operatori attivi nel settore della fornitura energetica del libero mercato? Essi devono proporre due offerte, una a prezzo fisso e l’altra variabile, sia per la luce che per il gas, dando così la possibilità al consumatore di scegliere tra una di queste. In particolare, l’offerta a prezzo variabile è quella che sconfina nel mercato tutelato, dato che deve rispondere alle disposizioni dell’ARERA. Messa in questi termini la questione appare complicata, ma in realtà per farsi un’idea più precisa di come è strutturata un’offerta placet basta visitare siti come accendilucegas.it, dove vengono riportate nel dettaglio tutte le clausole di questo particolare contratto di fornitura.

 

Le offerte placet sono convenienti?

 

Come sempre, non è detto che una determinata offerta possa convenire a tutti. Anche le opzioni placet hanno dei pro e dei contro, che dipendono dalle esigenze di ognuno e dai consumi domestici. Ci sono però dei vantaggi che valgono in ogni caso: ad esempio la trasparenza dei contratti, vista l’assenza di qualsiasi voce di costo extra, insieme alla possibilità di sfruttare il prezzo concorrenziale del mercato libero. Inoltre, sottoscrivendo un’offerta di questo tipo, quando arriverà il momento di passare al libero mercato, il trasferimento sarà automatico. Tra gli aspetti negativi di cui tenere conto, occorre sapere che si tratta pur sempre di contratti poco flessibili, data la presenza di alcune condizioni imposte dall’ARERA, e l’assenza dei servizi extra, che a qualcuno potrebbero tornare utili. Sottoscrivendo le offerte placet, infatti, non si ha la possibilità di sfruttare le promozioni, ovvero uno dei maggiori vantaggi previsti dal mercato libero.