Maddaloni. Maddaloni negli ultimi anni è una città sommersa sotto le perdite d’acqua che in certi casi si trasformano in veri e propri laghi artificiali e non solo; infatti, appare quantomeno strano che il settore pubblica istruzione (per intenderci, la scuola) faccia acqua da tutte le parti. Infatti, i libri da consegnare agli studenti della scuola dell’obbligo sono in alto mare, mentre la mensa per quest’anno a Maddaloni non la vedremo. E per chiudere in bellezza neppure i riscaldamenti nelle scuole sono stati accesi. Allora sorge spontanea una domanda? Ma perché nella pubblica istruzione sta accadendo ciò? Se non è un fatto voluto o un fatto politico. “Invito il commissario straordinario del Comune di Maddaloni Basile – dichiara l’ex sindaco Antonio Cerreto – ad avviare una indagine interna al fine di individuare i responsabili dei ritardi e a prendere i dovuti o eventuali provvedimenti disciplinari”. Nel frattempo, si accendano immediatamente i riscaldamenti, si paghino i librai – compreso Balletta da. S. Maria a Vico – e si inizi la mensa.