MONDRAGONE. Violenza sessuale sul compagno di cella, assolto Boccolato

MONDRAGONE. Violenza sessuale sul compagno di cella, assolto Boccolato


MONDRAGONE – Assolto perché il fatto non sussiste. Così la IV sezione della Corte di Appello di Napoli ha riformato nella giornata di ieri la Sentenza di condanna di primo grado, 8 anni di reclusione, emessa nel mese di gennaio 2019 dal Tribunale di Benevento in composizione collegiale nei confronti di Boccolato Giovanni, pregiudicato mondragonese, attualmente in espiazione pena presso il Carcere di Carinola per reati contro il patrimonio, in relazione a due presunti episodi di violenza sessuale commessi ai danni di un altro detenuto, compagno di cella, F.G. nell’anno 2017 durante il periodo di detenzione presso il Carcere di Benevento. La difesa dello stesso, composta dagli Avvocati Luigi Mordacchini e Luigi Iannettone, ha evidenziato alla Corte partenopea una serie d’incongruenze emerse nel corso dell’istruttoria di primo grado, legate principalmente alle dichiarazioni rese dalla persona offesa e alla documentazione medica acquisita, tali da rendere errato il giudizio di colpevolezza emesso dai Giudici beneventani. La Corte, infatti, dopo una lunga camera di consiglio, valutati tutti gli elementi emersi, ha riformato la Sentenza di primo grado, assolvendo con formula piena il Boccolato dai reati contestati.


Related posts