MONDRAGONE  (Max Ive) La Far.Com Spa, la scorsa estate era finita al centro di un serrato confronto politico tra l’ex sindaco Giovanni Schiappa, che a suon di comunicati difendeva a spada tratta la società mista a cui fa capo la gestione della Farmacia Comunale, e la compagine politica di maggioranza pro Virgilio Pacifico che era divisa tra chi intendeva dismettere la partecipazione del 70% dell’Ente pubblico in tale realtà societaria e chi come il consigliere comunale Marcello Buonodono invitava tutti a verificare tutti gli aspetti contabili ed economici prima di mettere in cantiere un azzardo politico.

Ebbene, a distanza di qualche mese sembra che la Far.Com è tornata utile all’amministrazione comunale targata Virgilio Pacifico.

Direte voi perché?

Perché l’esecutivo ha avuto bisogno proprio di quei fondi derivanti dall’utile sociale della Farmacia Comunale e accantonati nelle riserve straordinarie per finanziare i lavori e gli interventi di manutenzione e di finitura di Palazzo Manna, ubicato in Corso Umberto, che con le sue 6-7 stanzette diverrà la sede dell’ufficio dei Servizi Sociali, che a sua volta dovrà abbandonare il fabbricato di via Rifiorita, il quale a breve dovrà ospitare la Guardia di Finanza.

Così, dopo le tante polemiche estive, ecco che con un accordo di maggioranza, che accontenta tutti, 45.000 euro andranno al socio di minoranza privato, il dott. Luciano Corvino, nella quota del 30% degli utili da ripartire ai soci e 105.000 euro, pari al 70% dell’introito spettante al Comune di Mondragone serviranno per le opere di palazzo Manna.

 

Nelle foto, Marcello Buonodono, Giovanni Schiappa, il sindaco Virgilio Pacifico e la Farmacia Comunale