MONDRAGONE. Servizio mensa sott’accusa da mamme e maestre: bambini con forti mal di pancia. C’è la denuncia

MONDRAGONE. Servizio mensa sott’accusa da mamme e maestre: bambini con forti mal di pancia. C’è la denuncia


MONDRAGONE (s.p.). Odore nauseabondo, cibi non a norma ma, soprattutto, mal di pancia per numerosi bambini da un paio di giorni a questa parte. Tutto questo sta accadendo in questi giorni a Mondragone. Sott’accusa, ancora una volta, è finito il servizio mensa, affidato dal Comune di Mondragone alla società “E.P. spa” con sede legale a Roma. Numerose le lamentele da parte dei genitori e, addirittura, degli insegnanti che hanno contattato persino un responsabile dell’Asl il quale, purtroppo, ha dichiarato che non è stato richiesto nessun intervento specifico. Addirittura, alcune maestre sono costrette a portarsi il cibo da casa mentre ai bambini è stato vietato. E’ davvero impensabile che, con una situazione di questo tipo, non è stata ancora convocata una riunione d’urgenza della commissione mensa.

A denunciare il caso è anche il coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia, Rachele Miraglia. “La situazione è immobile! Nessuno si muove. – dice Miraglia – Tutti sono fermi. Credo che la motivazione sia palese e cioè non conviene all’Amministrazione comunale portare alla luce un nuovo e clamoroso tonfo della questione “mensa”. Detto questo non si riesce a capire chi deve parlare e soprattutto cosa bisogna fare in merito! Se non ci mettono la bocca i genitori, non accadrà nulla! Mi spiace davvero tantissimo per ciò che sta succedendo ai bimbi pure perché dobbiamo davvero sempre sperare che il malessere si fermi ad un mal di pancia! Qui parliamo di cibi avariati e scaduti! Ma scherziamo? Quindi la situazione è gravissima. Purtroppo ci vuole qualcuno che a capo di una delegazione porti alla luce il tutto altrimenti si rischia un drammatico immobilismo, con conseguente insabbiatura dello sbagliato affidamento. Non so cos’altro pensare in merito”.


Related posts