MONDRAGONE. Luminarie di Natale, si raddoppia la cifra, ma la musica non cambia sul fronte della programmazione condivisa

MONDRAGONE. Luminarie di Natale, si raddoppia la cifra, ma la musica non cambia sul fronte della programmazione condivisa

MONDRAGONE (M.I)  Carlo Federico lo conosciamo da anni e in tempi non sospetti è stata sempre l’anima critica che da facebook segnalava fatti e misfatti della macchina amministrativa legata molto ad usi e costumi politici della zona. In passato avevo (scrivo in prima persona, in quanto è un’esperienza di vita personale e non della redazione di E Caserta) più tempo per occuparmi di determine e delibere amministrative. In un paio d’ore non si può fare il lavoro di prima. Ma a quanto pare anche sul fronte luminarie di Natale, Mondragone non riesce a dare una svolta per organizzare qualcosa di seriamente significativo. Non ci siamo dimenticati di ciò che accadeva sotto altra gestione amministrativa con i famosi alberelli che avevano il compito di illuminare di immenso un paese da 30.000 abitanti e non ci siamo dimenticati di quelle riunioni al cardiopalma con i commercianti di Mondragone, le quali alla fine finivano con una presa di decisione irreversibile di affidare l’organizzazione di alcuni eventi di Natale sempre alle stesse associazioni. Non dimenticheremo i patrocini economici concessi ad eventi che andavano poi deserti in viale Margherita o nelle strade del paese.

A Mondragone è sempre mancata una progettualità condivisa. Questo è il punto. Ora sembra che l’amministrazione voglia addobbare a festa altre strade rimaste al buio in questi giorni, nonchè vorrebbe illuminare anche la Casa Comunale.

Per il 2018 sarebbero stati preventivati 25.000 euro. E proprio qui Carlo Federico ha deciso di elaborare una riflessione. “Lasciando perdere la qualità del servizio offerto che sembra del tutto invariato nel corso di questi ultimi 5 anni (tranne un anno che si presentarono con degli squallidi alberelli…) i costi sostenuti dalle amministrazioni sono stati sempre nell’ordine della decina di migliaia di euro, solo che questa volta hanno (o lo stanno per fare) più che raddoppiato la spesa per illuminare la città (e i risultati sono sotto gli occhi di tutti)“.

Nel dettaglio sono state ricapitolate le spese degli ultimi 5 anni:

2014: 11.700 (con 10.000 euro dati dalla Camera di commercio di Caserta)
2015: 14.200 (10.000 euro dalla Camera di Commercio)
2016: 12.000
2017: 12.000
2018: 25.000 

Al di là della cifretta la metodologia dell’organizzazione del Natale a Mondragone sembra essere caratterizzata sempre dall’insussistenza,dall’inefficacia e dall’inesistenza di un progetto o programma di promozione della città. “Senza dimenticare le urla dei soliti politici che  prima si scandalizzavano per tutti quei (pochi) soldi spesi e che invece ora girano la testa dall’altra parte facendo finta che non sia successo nulla…” – conclude Federico.


Related posts