MONDRAGONE. Armi targate clan La Torre, c’è attesa per la sentenza

MONDRAGONE. Armi targate clan La Torre, c’è attesa per la sentenza


MONDRAGONE – Celebrato il processo a carico dei La Torre, terza udienza dinanzi alla corte di appello di Napoli, per i reati di detenzione di armi. Gli imputati La Torre Antonio difeso dall’avvocato Gianluca Bencivenga, La Torre Tiberio avvocato Riccardo Ferone e Beatrice Rinaldo, De Crescenzo Salvatore difeso dall’avvocato Alfonso Quarto e Meandro Luigi difeso dall’avvocato Francesco Lavanga. In primo grado gli imputati sono stati condannati alla pena di 2 anni e 8 mesi di reclusione La Torre Antonio e Meandro Luigi, alla pena di 4 anni e 8 mesi La Torre Francesco Tiberio, alla pena di 3 anni De Crescenzo Salvatore. Oggi si è celebrata la terza udienza davanti alla Corte d’Appello di Napoli dove hanno discusso gli avvocati Ferone, Rinaldo e Bencivenga, rispettivamente per La Torre Tiberio e La Torre Antonio. L’udienza definitiva con sentenza si terrà il 31 ottobre.


Related posts