CASERTA (red. cro.) – Nel 2016 a chiedere protezione erano stati per lo più uomini (85%), tra i 18 e i 34 anni (80,2%), provenienti principalmente da Nigeria (27.289), Pakistan (13.510), Gambia (9.040), Senegal (7.723) e Costa d’Avorio (7.419). Le Commissioni territoriali avevano esaminato oltre 91 mila domande, con un esito positivo nel 40,2% dei casi e negativo nel 56,2%. Fino al 7 luglio 2017 le domande complessivamente esaminate ammontano a 41.379; circa 4,3 su 10 hanno avuto esito positivo (status di rifugiato: 9%; protezione sussidiaria: 9,8%; permesso per motivi umanitari: 24,5%). Per il 51,7% l’esame si e’ concluso con un diniego. Come nel 2016, anche nel primo semestre 2017 sono soprattutto le donne a ottenere esito positivo; protezione riconosciuta anche a minori e anziani piu’ che alle fasce di eta’ intermedie. Respinto il 60% di domande di migranti provenienti dall’Africa. Le domande sono state presentate per lo piu’ a Milano, Bologna e Roma mentre il maggior numero di riconoscimenti si e’ avuto a Torino, Caserta e Palermo. Al 30 ottobre 2017 il numero degli sbarchi segna quota 111.302, ovvero il 30% in meno rispetto allo stesso periodo del 2016, mentre fino a giugno 2017 si era registrato un aumento del 19,3%. La Nigeria si conferma il primo Paese di origine (oltre 14 mila persone fini a giugno 2017), seguita da Bangladesh (8.241) e Guinea (7.759). Per quanto riguarda i rimpatri, nel 2016, a fronte di poco piu’ di 41 mila migranti rintracciati in posizione irregolare, sono stati adottati complessivamente oltre 5.800 (5.500 nel 2015).