Marcianise (S.R.) La vicenda della mensa scolastica continua a tenere banco tra i consiglieri comunali che a più riprese stanno sollecitando il sindaco Antonello Velardi a porre in essere atti per garantire la refezione scolastica. È stata proprio la commissione pubblica istruzione del presidente Carmen Ventrone a sollecitare il segretario comunale e il dirigente Alessandro Cappuccio a risolvere nel più breve tempo possibile questa problematica che sta interessando numerose famiglie di Marcianise. Il servizio assicurato dalla ditta è scaduto e si è in attesa della pubblicazione della nuova gara per circa 400 mila euro all’anno da parte della Stazione Unica Appaltante. Intanto l’amministrazione comunale sta predisponendo mediante l’ASMEL una trattativa privata tra operatori del settore per colmare il vuoto creatosi e garantire almeno per i prossimi mesi, in attesa della gara, il pasto ai ragazzi delle scuole. Non è da sottovalutare la problematica relativa ai dipendenti della ditta che fino ad oggi ha erogato il servizio e che da un momento all’altro si sono ritrovati disoccupati e con un futuro incerto.