“Marcianise. Camminando curiosando”. Il percorso storico e culturale del professore Nicola Letizia

“Marcianise. Camminando curiosando”. Il percorso storico e culturale del professore Nicola Letizia

Marcianise (P.G.) Camminare a piedi per la Città. Camminare con l’occhio attento al passato.  I segni della storia e le testimonianze dell’arte e della cultura sono al centro del nuovo lavoro del professore Nicola Letizia. “Marcianise. Camminando curiosando”, edito da Lampi di stampa, è una passeggiata nella nostra città. Si parte dal centro cittadino, si riscoprono i cardini e decumani. Il quadrato piccolo e quello grande e poi le altre strade cittadine, fino ad arrivare a quelle che un tempo erano strade campestri, nelle quali i contadini potevano trovare conforto spirituale ed accoglienza nelle Chiese, come quella della Madonna della Libera o come quella, poi demolita per ragioni di viabilità, all’incrocio della Misericordia. Nicola Letizia propone una lettura storica e colta, in controtendenza rispetto alle opere che negli anni si sono ripetute e fermate alla semplice radice contadina. Un percorso colto che, però,  sollecita la curiosità del lettore. Un racconto della città che invita all’attenzione ed alla osservazione dei luoghi, anche dei palazzi e dei portoni. E l’occhio attento e vigile del professore, oltre che soffermarsi sui monumenti classici e sulle chiese come quella di San Michele Arcangelo e del Crocifisso e della Annunziata con il complesso di piazza Carità, va oltre raccontandoci la storia e l’arte di chiese come quella di San Lorenzo in viale della Vittoria che viene citata nella Bolla di Senne del 1113 e collocata in località Predole e la chiesa di Santa Maria Maddalena. E c’è la storia e la scoperta di tante altre chiese, sconosciute anche di nome a tanti marcianisani. Così come, non molti sono a conoscenza del fatto che il complesso monastico con la Chiesa di piazza Onofrio Buccini è stato progettato da architetti assistenti del Vanvitelli e “furono vanto dei “mastri” impegnati nella edificazione della imponente Reggia di Caserta. Tanti spunti ed inviti all’approfondimento. Il libro del professore Letizia merita di essere presente nella biblioteca di ogni marcianisano. Non fosse altro che per il bisogno necessario di ciascuno di avere consapevolezza e conoscenza della storia delle strade, dei palazzi e dei cippi che, invece, distrattamente incrociamo con i ritmi frenetici e caotici dei nostri giorni. Per chiunque sia interessato all’acquisto, la distribuzione sul territorio è curata da Pierino Gentile da sempre impegnato nel dibattito culturale e sociale cittadino ed appassionato di arte e storia locale. E’ possibile leggere il libro anche rivolgendosi alla biblioteca cittadina “G.Andrisani” ed alla biblioteca regionale cui è stato donato dall’autore.


Related posts