CronacaMaddaloni

MADDALONI. Licenziato operatore ecologico, il Tribunale del lavoro lo “riassume”. I DETTAGLI


MADDALONI – La Sezione Lavoro del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere in data odierna ha pienamente accolto il ricorso presentato da un dipendente della Buttol S.r.l., rappresentato e difeso dall’avv. Luigi Russo, per impugnativa di licenziamento intimato illegittimamente.
Il lavoratore, Bruno Saccavino, impiegato presso il cantiere di Maddaloni sin dal marzo 2000, quale operatore ecologico, in esecuzione dell’appalto per il servizio di smaltimento e raccolta dei rifiuti, era stato licenziato nel mese di ottobre 2018, in tronco e senza alcun preavviso.
Il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha accolto totalmente il ricorso predetto dichiarando l’inefficacia del licenziamento intimato al ricorrente e, di conseguenza, ha ordinato al datore di lavoro la reintegra del ricorrente nel posto di lavoro; per l’effetto della revoca del licenziamento ha, inoltre, condannato la Buttol S.r.l. al pagamento di un’indennità commisurata all’ultima retribuzione globale di fatto maturata dal dì del licenziamento sino a quello dell’effettiva reintegrazione ed al versamento dei contributi assistenziali e previdenziali per il medesimo periodo.
Il lavoratore, dunque, oltre a poter tornare ad occupare il posto di lavoro illegittimamente sottrattogli avrà diritto a percepire tutte le retribuzioni a far data dal mese di ottobre 2018 sino alla data dell’effettiva reintegra.
Esprime profonda soddisfazione l’avv. Luigi Russo: “E’ in queste occasioni che la funzione sociale dell’avvocato si esprime pienamente. Contribuire a restituire la possibilità al lavoratore, ingiustamente licenziato, di assicurare a se stesso ed alla propria famiglia una vita libera e dignitosa è sempre per me motivo di enorme soddisfazione professionale ed umana”.

Tags

Related Articles

Back to top button
Close