MADDALONI – Nessun annullamento dei pareri negativi resi nel 2011 dalla Provincia di Caserta, dalla Giunta Regionale della Campania e dal Comune di Maddaloni relativamente al rilascio dell’Autorizzazione integrata ambientale necessaria a trasformare la centrale turbogas di Maddaloni da impianto per la produzione di energia in situazione di necessita’, in impianto per la produzione di energia in via continuativa. L’ha deciso il Tar del Lazio con una sentenza pubblicata nell’ambito di un datato ricorso, integrato nel tempo con motivi aggiunti, proposto nel 2011 da Enel Produzione. Il motivo di ricorso con cui si lamenta l’incompetenza dell’organo che espresse in Conferenza di servizi il parere del Comune di Maddaloni e’ stato ritenuto infondato, in quanto “risulta dai documenti prodotti – si legge nella sentenza – che il Sindaco delego’ un assessore a partecipare alla Conferenza e la circostanza che il delegato abbia esternato il parere rinviando alle motivazioni della delibera della Giunta comunale adottata con la partecipazione del Sindaco, rende imputabile il dissenso a tale ultimo organo”. Ugualmente infondato e’ stato ritenuto il motivo di ricorso d’incompetenza del Comune a esprimersi su aspetti ambientali. Il sindaco, per il Tar, e’ competente sulla base delle disposizioni del Testo unico delle Leggi sanitarie che gli attribuiscono “un ampio potere di valutazione della tollerabilita’ o meno delle lavorazioni provenienti dalle industrie, classificate ‘insalubri’ per contemperare le esigenze di pubblico interesse con quelle pur rispettabili dell’attivita’ produttiva, anche prescindendo da situazioni di emergenza”. In piu’, per i giudici “non risultano reprensibili le determinazioni negative delle diverse pubbliche amministrazioni in quanto tutte fondate sul superamento per la Centrale del valore Nox, del riscontro nel terreno e nelle acque sotterranee di idrocarburi in concentrazione superiore alla soglia di contaminazione, valori documentati dai riscontri dei competenti organi tecnici”; e “nessun elemento probatorio ha offerto la societa’ elettrica per sconfessare i dati negativi o la loro effettiva superabilita'”.