Caserta (gibo). Andata in archivio la seconda giornata del campionato di Serie C Silver campano, analizziamo come si sono comportate le tre formazioni che rappresentano Terra di Lavoro. Turno vincente per la Pallacanestro San Michele Maddaloni ed i Cedri San Nicola, con i primi che hanno avuto ragione di Castellammare tra le mura amiche, e i secondi che invece hanno battuto a domicilio Pozzuoli nel primo vero scontro ad alta quota. Secondo stop per la terza squadra, ovvero il Basket Casapulla arresosi contro Angri. Ma andiamo nel dettaglio.

Al sabato è scesa sul parquet la compagine dei Cedri, che ha espugnato il fortino di Pozzuoli. La sfida metteva di fronte due formazioni che aspirano ai piani alti della graduatoria. Partita ostica e per tre quarti poco spettacolare. San Nicola, pur orfana dello spagnolo Alejandro Viera, ha sin da subito imposto il proprio gioco. Mentre gli avversari tiravano 12/32 ai tiri liberi, i sannicolesi di coach Piero Falcombello raggiungevano anche le venti lunghezze di vantaggio intorno al 35′. Un black-out inspiegabile stava però mettendo a rischio la “doppia v”, con l’insperata rimonta puteolana che si stava concretizzando a pochi secondi dalla conclusione. Alla fine il risultato è stato di 64-68 per i Cedri che hanno portato a casa due punti molto pesanti.

Secondo successo anche per la Pallacanestro San Michele, che al Pala Angioni-Caliendo ha superato Castellammare di Stabia. L’incontro per gli uomini di coach Adolfo Parrillo non è stato perfetto, anche perché la squadra sembra ancora in fase di rodaggio. Ancora una volta, infatti, il pivot Luciano Rusciano è stato costretto a giocare con una vistosa fascia alla mano, mentre Francesco Della Peruta non è stato proprio convocato a causa di uno stiramento. La partita comunque, mai veramente in discussione, ha mostrato ottimi spunti da parte dei biancazzurri, capaci di accelerare nel terzo quarto e festeggiare dinanzi ad una cornice di 600 spettatori con il punteggio di 82-63.

Altra sconfitta per il Basket Casapulla, che lotta a denti stretti contro la più quotata Angri. Sul campo del Pala NewSystem di Casagiove perché ancora indisponibile il PalaVignola, i gialloviola del tecnico Francesco Monteforte hanno tenuto testa agli avversari per oltre tre frazioni, chiudendo ogni parziale con circa dieci punti di svantaggio. Negli ultimi seicento secondi gli ospiti hanno però preso il largo, soprattutto grazie all’ex Maddaloni Ernesto Carrichiello che risulterà il top-scorer con 25 punti. Il risultato finale di 58-79 punisce eccessivamente Casapulla per la prestazione realizzata.

La classifica dopo due giornate di campionato vede un quintetto al comando a punteggio pieno, ovvero Maddaloni e San Nicola insieme ad Angri e alle due formazioni di Sarno. In coda c’è Casapulla, che condivide lo “zero” insieme a Cercola, Castellammare e Megaride Napoli, ricordando che chiude la classifica Casavatore a meno tre.