SESSA AURUNCA – E’ venuto mancare il professore Amedeo Pastore, storico insegnante del Convitto Nazionale Agostino Nifo. Se ne va un gigante della cultura, non solo di Sessa Aurunca. Numerosi i messaggi di cordoglio che in questi minuti stanno arrivando alla famiglia, ed in particolare alla moglie e alle nipoti.
Tra questi un suo alunno ha scritto: Solo chi ha avuto il privilegio di essere suo allievo può comprendere, fino in fondo, la grandezza di questa perdita. Non è facile rassegnarsi all’idea che una grande mente, come la sua, non sia più con noi, che non sia più possibile ricorrere al suo consiglio, che non ci si possa più appellare al suo sapere. Raccoglieva in sé, con la sua modestia, con il suo equilibrio, con il suo rigore, l’idea stessa di quello che i greci chiamavano il καλὸς καὶ ἀγαθός l’uomo buono e giusto, il vero sapiente.
Perciò, anche in quest’ora così dolorosa e nella quale non è facile trattenere le lacrime, posso solo rallegrarmi pensando alla grande fortuna di averlo conosciuto e di essere stato suo allievo.
Certo, da oggi, c’è una nuova consapevolezza: quella che egli continuerà a stare ancora in mezzo noi, solo fino a quando sapremo far splendere anche un piccolo riflesso imperfetto della sua immensa cultura e della sua tempra di uomo buono e giusto.
Sì, proprio di quell’uomo buono, al quale – come insegna Platone nell’Apologia – non può capitare mai nulla di male, né in vita, né in morte, perchè nessuna sua vicenda viene trascurata dagli dei. Ciao Professore!”.