CASERTA – Un arresto e una denuncia nel corso di un servizio antidroga della Squadra Mobile di CASERTA. F.I., 48 anni, è finito ai domiciliari in quanto ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, in flagranza, mentre P.F., 47 anni, è stato denunciato in stato di libertà.

L’operazione è stata realizzata nell’ambito di un servizio della Squadra Mobile casertana predisposto al fine di contrastare il fenomeno del traffico e dello spaccio di sostanze stupefacenti, che, nonostante l’apparente ridimensionamento subito a seguito delle misure adottate per fronteggiare la pandemia da coronavirus, continua ad imperversare sul territorio dell’intera provincia.

I poliziotti della sezione Narcotici, dopo una breve osservazione effettuata nei pressi delle abitazioni dei due uomini, accertata la presenza degli stessi hanno deciso di controllarli e di effettuare una perquisizione domiciliare nel corso della quale sono stati trovati 72 grammi di marijuana e 86 grammi di hashish, la somma di mille euro suddivisa in banconote di vario taglio e cellophane trasparente da imballaggio. F.I. è stato dichiarato in arresto e posto ai domiciliari in attesa del giudizio di convalida, mentre P.F. è stato denunciato in stato di libertà.