SAN FELICE A CANCELLO – La città della Valle di Suessola da stamattina piange un suo figlio. Un volto solare, con tanta voglia di vivere e un grande amante della musica. Attilio Martinisi, stroncato da un infarto fulminante nella notte (in quanto è stato ritrovato senza vita nel letto della sua camera) ha lasciato un vuoto in tutti coloro che lo hanno conosciuto.

In questo momento di grande dolore per la madre Amelia, insegnante di scuola primaria al plesso Francesco Pio dell’Istituto Comprensivo Francesco Gesuè e per la sorella Mariarosaria, noto avvocato della zona. Gli amici di Attilio sono senza parole.

La sua amica Giusy ha voluto scrivergli un messaggio per ricordarlo: “Quando eravamo piccoli a quest’ora, eravamo già per strada per portare in giro per il nostro paese la nostra processione e tutti insieme cantavamo quell’inno alla Madonna per dimostrargli tutta la nostra fede. Tu, insieme a tutti noi, alla tua cara mamma, al tuo caro papà eri presente. Oggi, quello che ho saputo mi ha toccato il cuore. Attilio, ragazzo perbene, un pacioccone.

Quante volte ho giocato con te, ho trascorso giornate intere in tua compagnia e della mia amatissima amica Maria Rosaria Martinisi. Quanti saggi in palestra, le ore passate all’oratorio. Conservo ancora tanti ricordi. Mi dispiace tanto, sei andato via ora che non possiamo darti nemmeno un ultimo saluto. Che la terra ti sia lieve e che ti accolgono gli angeli e il tuo caro papà. Rip amico mio”.

Nelle prossime ore, si conoscerà il verdetto sul tampone post mortem che, come da prassi in questo periodo, viene effettuato a tutti i deceduti. Dopodiché si capirà anche se il giudice di turno predisporrà l’autopsia sul corpo del 34enne.